PERFETTO, MENO NON È POSSIBILE

Published by RISER at 12 settembre 2015 in Articoli
Fa caldo, molto caldo, é mezzogiorno, il sole brucia se stesso sopra di noi. Una Harley, due tipi in magliette bianche e jeans, sotto di noi la strada ardente, da qualche parte in Carinzia. Bel tempo. Sul percorso che ci porta da David Widmann, il capo di National Custom Tech, attraversiamo paesi e masi, bambini che ci seguono con i loro occhi. Le diritture delle strade ci piegano all’indietro , le curve si sdraiano sotto di noi. Alla fine facciamo una svolta, una strada sferrata, le molle stringono, dietro di noi tutta polvere.

Nct motorcycles 1

Sono delle moto, costruite negli anni sessante, perché la subcultura dell’ Ace Cafe, un’ area di servizio al nord di Londra, ha organizzato delle gare da lí fino alla prossima rotonda. Dovevi essere ritornato prima che finisse la canzone nella jukebox. Sí, cercavano di far colpo, ma perché no? Era quello il motivo per cui si erano dati da fare, avevano avvitato smontato, specialmente il rivestimento, perché quello dava alla moto gran parte del peso. Le moto dovevano essere nude, la loro potenza doveva essere visibile, come la ribellione contro il conservatismo di quel periodo: „fuck the establishment“. Cosí fu creato un nuovo look, uno stile di vita – il Cafe Racer.

Siamo arrivati. Prati verdi, officina gialla. Sulle pareti sono inchiodate delle plachette di metallo, davanti al portone una griglia sopra la cenere della serata precedente, due seggiolini nella penombra. Il portone si alza e fa risaltare i primi due bikes. Da dietro l’angolo entra in scena David, con i pantaloni blu da fabbro e la maglietta slavata. Sguardo calmo, senza sorriso, i capelli tirati all’indietro con la brillantina. Una stretta di mano, poi la prossima. Ci diamo del tu, buon lancio. Non parla troppo, preferisce avvitare, questo l’abbiamo capito subito. Questa ditta ce l’ha solo da qualche mese, ma di lavoro giá ce n’é per un anno intero. Oltre a questa, ha ancora altre due aziende, la prima dal 2012, produce gli attrezzi per l’Eisstockschießen (una specie di boccia su ghiaccio), e con quella é leader sul mercato in Austria. La terza delle sue aziende é una casa automobilistica. David ha 25 anni. „Devi rischiare qualcosa! Se fai tutti i calcoli al cento per cento, non trovi mai il coraggio!“ Recentemente ha partecipato per la prima volta ad una serie di corse Ducati per hobby-motociclisti ed é finito sul terzo posto. Infatti, qui c’é arrosto, non solo fumo.

Nct motorcycles 9

„Stummellenker“ sono delle moto buone, devono essere basse, i silenziatori devono brillare, potenziare la moto é obbligatorio. Di solito sono costruite biposto, quelle piú fiche peró hanno un posto unico. Annuiamo. 70 ore ci vogliono per far risorgere una moto. David salda a fiamme, croma, trapana e martella tutto da solo. I sedili di cuoio e le laccature le fa sistemare da uno dei dintorni. Lo smaltimento non lo puó fare da se per motivi ufficiali, i sedili „non riuscierei a farli tanto belli, non sono un sarto.“ La qualitá buona é la cosa importante, ed anche se uno studente con un budget piccolo gli porta una Honda, gliela sistema, low budget ma sempre in modo perfetto – altrimenti non accetta l’incarico.

Nell’officina troviamo tre moto pronte: Due BMW, una col serbatoio verde, l’altra con uno argentato, fresato, dei clacson per la nebbia, frecce quasi invisibili, fari rotondi e neri – é tutto come dev’ essere. La terza moto invece é una Ducati 996 gialla, lo chassis di carbone, i cerchioni di carbone ti fanno risparmiare 5 chilo, la poppa costruita su misura, tutto un tutto fa 125 cavalli su 170 chilo. Cosa diciamo? Fico! Preme il pulsante, noi ci guardiamo, é un bramito penetrante. Sorridiamo. Lui smanetta – no, infondo ha solo fatto un sussulto, peró il suono é assordante, da brivido. Siamo ammutoliti, non ci sono parole in quel momento.

Intanto di lato ce ne sono altre due, schelettrose, smantellate, tutti i cavi ne escono fuori, il motore é coperto con un panno. Il capomecccanico, Kurti Kosjek, ha appena montato le batteria. „Esistono delle batterie che sono talmente piccole, che non ti rendi neanche conto del fatto che sono batterie, guarda pure, va a cercarle!“ Ha ragione, non le troviamo, deve farcele vedere lui, in uno scompartimento spesso come un tascabile, sotto la sella. Forte.

Nct motorcycles 7

David ha studiato il tecnico di produzione, poi ha fatto l’apprendista per diventare fabbro nella ditta die genitori. Come lui, anche il padre é appassionato di moto, la sua rotta preferita, quando trovano il tempo tutti e due, é „quella dove attraversi la sella del Seeberg, il Scheidersattel, il passo Loibl, il passo Vrsic e poi scendi dall’altra parte.“ Quando fanno quel giro, partono alle sei e tornano quando il sole inizia a tramontare. Ebbeh. Adesso sorride. Stanco? Per niente! Sorride ancora di piú. Gli piace il raccontare e gli piace farci vedere tutto quanto, a noi che ascoltiamo attentamente come bimbi mervagliati, entusiasmati. Sete? Acqua, grazie. Per il caldo? Sí, beh. „Ve la porto io!“ Nel magazzino ci sono altre moto ancora grezze, nel caso venissero die clienti che non ne hanno una, „beh possono scegliersene una.“ È cosí che dev’essere. C’é una moto, il suo prossimo progetto, una Gold Wing, davvero, non si scherza. Per il momento sta li, rosso fuoco, cicciona, i fari ed anche il resto, tutta pesante, e lui accende la radio, le casse funzionano. „Non mi servono.“ Tra poco la smonterá. „Non ho nessun’ idea cosa succederá con tutta la roba che c’é sotto.“

Lui di disegni non ne fa neanche uno prima di iniziare, l’immagine di come dovrá essere il risultato l’ha giá quando guarda la moto per la prima volta. Le idee piú concrete gli vengono quando smonta le moto e quando sta li sdraiato. Come mai gli vengono cosí, le idee e tutto il resto, pur non avendo imparato il mestiere? „Mah, ho sempre fatto come mi pare, peró chiaramente prima di fare devi sapere quello che sai fare. Poi il resto devi cercare di impararlo da solo.“ Semplice, sembra, peró quello che lui fa é tutt’altro che semplice, ogni moto é un unicum. „Se mi porti la stessa moto due volte, te ne faccio due moto diverse, perché cerco sempre di rispettare chi la guida. Dev’essere tutto giusto!“

Siamo pieni di entusiasmo per lui, per i suoi Cafe Racer, per tutto quello che fa quel tipo. Dopo un’ ora deve andare, vorrebbe rimanere ancora, per ore, ma cosí come ci ha dato del benvenuto, adesso ci saluta. Con calma, perché tanto lui sa quello che fa e che ci ha suscitato l’entusiasmo in noi. È anche per questo che fa il suo lavoro. Stretta di mano uno, poi l’altra. Un bel addio.

TUTTE LE IMAGINE

Nct motorcycles 1 small Nct motorcycles 10 small Nct motorcycles 3 small Nct motorcycles 4 small Nct motorcycles 5 small Nct motorcycles 6 small Nct motorcycles 7 small Nct motorcycles 8 small Nct motorcycles 9 small Nct motorcycles 2 small Nct motorcycles 11 small

ARTICOLI PIÙ RECENTI

Teaser

TRIUMPH TIGER 1200 - A TEST BY MOTORRADMAGAZIN

Published by CLEMENS KOPECKY at 13 dicembre 2017 in Articoli
The dried-up river bed blurs in front of my burning eyes. Drops of sweat tickle on the scalp under my motocross helmet. Even the Gore-Tex membrane seems to have long since given up its mission of allowing water vapour to pass through to the outside of my riding suit. In the sauna, now would be the time to pour water onto the rocks. But it’s late autumn in southern Spain and I never thought I would get so sweaty when riding a motorcycle at just over ten degrees Celsius...
Teaser

AUSSIE RIDER - DOWN UNDER MOTORCYCLE TOURS WITH MOGI

Published by RISER at 12 dicembre 2017 in Articoli
Well, this morning starts early as usual, as my military service gave me one of the best and worst traits in the world, not being able to sleep well. So, I get up to watch the sunrise in one of my favourite spots. From my home in Shellharbour I travel through Port Kembla, Scarborough, Coalcliff, all the way up to Bald Hill. Which is where I want to watch the sunrise. Getting there at 5 o’clock, as bright orange glow starts to hit the Horizon...
Teaser

NEW FEATURE: GETAWAYS - 3 SIMPLE STEPS TO YOUR GROUP RIDE

Published by RISER at 11 dicembre 2017 in Articoli
Every time we make appointments with friends to go for a ride, countless messages are sent back and forth, or groups of people are set up on social media or messenger services to facilitate communication. Many of you have written to us describing that they know exactly the same situation. So that’s why we thought...
Teaser

HE'S GOT A LICENSE TO FLY: BEHIND THE SCENES OF BACKEND

Published by RISER at 07 dicembre 2017 in Articoli
He really has the license to fly: When Sven joined RISER and we spent the first evenings after work talking about the project but also private stuff, it quickly became clear that this guy is the incorporation of a melting pot of experiences which other people hope to make in their life but most of them never do...
Teaser

EN ROUTE TO THE WILD ATLANTIC WAY: PART 3

Published by MARC STEINHARDT at 01 dicembre 2017 in Articoli
The morning sunshine at Loch Ken wakes me up on Friday the 18th of August and reminds me to pack up my tent and everything that belongs to it. My breakfast is quick and sufficient and I’m off to the next ferry from Scotland to Northern Ireland. I buy the ticket for the short crossing directly on the spot. If you are alone or in pairs you can be so spontaneous...
Teaser2

EN ROUTE TO THE WILD ATLANTIC WAY: PART 2

Published by MARC STEINHARDT at 26 novembre 2017 in Articoli
At the end of the first chapter, Marc Steinhardt left the European mainland behind and now continues his British-Irish motorcycle adventure after spending the first night in the camping tent. After a surprisingly restful night and a self-made breakfast (scrambled eggs etc.), I start to put all my camping stuff back on the bike. Of course, it doesn't turn out as easily and space-optimized as it had at home...
Teaser

THE WEISSBORN STORY EPISODE 5 - 33 MILLION GODS, MY MOTORCYCLE AND ME

Published by RISER at 22 novembre 2017 in Articoli
The border between Pakistan and India has been a highly controversial region since the independence in 1947. There is exactly one open border crossing point: Lahore - Amritsar, in the Punjab area. On the Pakistani side, there is virtually no border traffic...
Teaser

MOTORCYCLE MOVIES - EPISODE #2: WILD ANGELS ON TWO WHEELS

Published by MAX BRUSTBAUER at 19 novembre 2017 in Articoli
At the very first minute it is there, the symbol of a depraved youth who won’t listen anymore, a symbol of the emerging subculture of the 1960s and to this day a biker symbol, the Iron Cross. Only Motörhead’s Lemmy Kilmister wore it better, as right now as it’s just dangling around Peter Fonda's neck ...
Teaser

THE CURVES ON THE ROAD: BOHEMIAM PARADISE - ČESKI RAJ

Published by CAETHE / THE CURVES at 17 novembre 2017 in Percorsi
*Bohemian Paradise - Česky Ráj* is the name of the country just behind the border, it is almost untouched by tourism, and yet it is so beautiful that one can cry 😭 Behind every corner there is a castle, there are endless curves, even mountains (our Austrian calls it 'high hill'), quirky hamlets, caves to ride in and beer in exact temperature specifications.